Il Cantiere Barberis è stato fondato nel 1931 da Barberis Giuseppe, iniziando con la costruzione di barche a remi nei vari modelli. In seguito vennero costruiti anche motoscafi da passeggio, da corsa e barche a vela di piccole dimensioni.

Nel 1937 fu costruito lo scafo da corsa “Mariella” equipaggiato con motore Alfa Romeo.
Il proprietario, Ing. Passarin, in quegli anni vinse diverse gare tra cui il Gran Premio di Germania.

Nei primi anni ’60 inizia a svilupparsi il mercato dei motoscafi in legno; tra i vari costruttori spiccano i cantieri Riva di Sarnico. Il Cantiere Barberis si specializza nella revisione e manutenzione di scafi in legno e nel ’61 viene ufficializzata la stazione di servizio Riva per il Lago Maggiore, abbandonando la costruzione. Diventa cosi il principale punto di riferimento per questo genere di imbarcazioni e infatti si può contare un buon numero di motoscafi Riva rimessati in Cantiere

Nel 1982 il figlio Alcide, classe 1938, subentra al padre alla guida del Cantiere. Per quanto riguarda la revisione dei motoscafi Riva, che rimane la principale attività del cantiere, Barberis si occupa dello scafo e del motore, mentre i lavori che concernono cromature, tappezzeria e strumentazioni vengono affidati a ditte specializzate in queste settori.